Home » Bambini & Cani

Bambini & Cani

Bambini & Cani

Bambini & Cani - Il mondo di Scarlett

 

INTRODUZIONE

La presenza di un animale domestico rappresenta uno stimolo importante, se non fondamentale, per la crescita affettiva e psicologica di un bambino. Molti cani, proprio come predisposizione genetica dovuta al processo stesso di addomesticamento, sono docili, e anche nei confronti dei bambini non mostrano nessun tipo di aggressività. Spesso quando lo fanno, dipende da un errore di comunicazione all'interno della famiglia o dal fatto che si è scelto il cane sbagliato. Il rapporto tra bambini e animali, per quanto istintivo e innato, dev'essere perciò mediato dai genitori che hanno il compito di trovare il giusto equilibrio tra i bisogni dei bambini e quelli del cane, partendo dal prestare particolare attenzione al rapporto che instaureranno con il cane, poiché i bambini tendono ad imitare.

 

SE I PROPRIETARI ATTENDONO L’ARRIVO DEL BAMBINO

L'ideale sarebbe abituare il proprio cane alla presenza dei bambini entro le prime undici/dodici settimane di vita. In questo periodo il cucciolo impara a socializzare e a conoscere l'ambiente in cui vivrà e, poiché tutto ciò che si conosce bene non fa paura, non avrà poi difficoltà ad accogliere benevolmente il nuovo arrivato. Se ciò non è avvenuto, durante i nove mesi di attesa è importante che il proprio cane abbia a che fare in modo mediato con i bambini che, fino all'età della pubertà, per movimenti e odori differenti da quelli degli adulti possono non essere riconosciuti come piccoli uomini. Con la giusta cautela, quindi, è bene favorire questi incontri tenendo presente che è fondamentale ricorrere a un esperto in comportamento di animali da compagnia nel caso in cui il proprio animale mostri nei loro confronti diffidenza, paura o, peggio, tendenza all'aggressività. Sotto una guida esperta si potrà correggere un errore di mancata conoscenza.

Come abituare il cane alla presenza di un bambino?

: ) Cominciare già quando la proprietaria è dolce attesa. Il cane non sarà più l’unico  “cucciolo” di casa, e per evitare gelosie bisogna abituarlo a nuove regole, perché quando nascerà il bambino il tempo rivolto a lui sarà notevolmente meno;

: ) Avendo a disposizione 9 mesi si potrà correggere il comportamento del cane con l’aiuto di un esperto educatore/rieducatore cinofilo, ottenendo non solo molte garanzie sull'accettazione del nascituro ma migliorando notevolmente la convivenza con i membri di tutta la famiglia;

: ) Quando nascerà il bambino, con il cane o i cani sotto controllo ed in vostra presenza associare la presenza del bambino, il suo odore ed il suo vociare ai momenti più belli della giornata;

: ) Non sgridare il cane in presenza del bambino e cercare per quanto possibile di coinvolgerlo e non isolarlo. E' necessario fargli capire che il nuovo arrivato non è una minaccia per lui ma semplicemente un nuovo membro della famiglia, del quale prendersi cura e con cui condividere giochi e coccole. Ecco perchè il cane in presenza del bimbo non andrà allontanato ma al contrario dovrà essere coccolato e tenuto in considerazione come al solito affinchè associ alla presenza del nuovo arrivato solo sensazioni positive e piacevoli;

 

SE I PROPRIETARI E IL BAMBINO ATTENDONO L’ARRIVO DEL CANE

: ) Se si deve ancora scegliere il cane, soprattutto se si è inesperti, è meglio preferire una razza naturalmente docile e magari una femmina, più dolce, tollerante e meno incline a comportamenti aggressivi;

: ) Esistono razze più adatte? Dobbiamo tener presente che un cane abituato già da cucciolo ad avere bambini intorno difficilmente creerà problemi. Se si decide per un cane di razza occorrerà escludere le razze notoriamente più indocili, reattive o possessive. Anche la taglia conta ! Il danno provocato anche accidentalmente da un cane di taglia grande è maggiore rispetto a quello di un cane di taglia piccola;

: ) Se si va a prendere un cane in canile. In questo caso è impossibile conoscere la storia dell'animale e avere indicazioni precise sulle sue caratteristiche innate. È importante allora, valutare l'animale non solo in base all'aspetto fisico ma scegliendolo tra i cani più docili e tranquilli, ansiosi di piacere, cercando si saperne di più sulle sue origini e la sua vita in canile;

: ) E’ necessario che il bambino capisca che se è grande abbastanza da avere un cane è anche abbastanza grande da saperlo trattare con gentilezza. Il cane richiede molto impegno, quindi se non si pensa di non avere tanto tempo da dedicargli, soprattutto perché si hanno dei figli che vi impegnano, è meglio aspettare. Anche se i bambini prima o poi ve lo chiederanno: basterà spiegare loro che ci vanno cure, attenzioni, e anche soldi per mantenerlo e curarlo. Il cane non è un giocattolo da mettere solo l’albero e sbarazzarsene in estate, è un essere vivente che ha bisogno di rispetto e cura. Molto importante che i bambini comprendano che il cane dipende da loro e che ha bisogno di cure e attenzioni quotidiane. Non lo si deve, quindi, trascurare solo perché è passata la novità del suo arrivo e non si ha più voglia di seguirlo, come del resto bisogna capire/insegnare che il cane può avere delle necessità che vengono anche prima dei nostri desideri. Infine, che è un essere vivente e che merita tutto il nostro rispetto.

 

ALCUNI CONSIGLI SU COME GENITORI E FIGLI DOVREBBERO COMPORTARSI

A volte la cronaca nera ci segnala attacchi di cani nei confronti dei bambini, ci ricorda di INSEGNARE AI NOSTRI FIGLI IL COMPORTAMENTO NECESSARIO DA TENERE CON UN CANE FAMILIARE E AD UN CANE SCONOSCIUTO La regola più importante: Non lasciare mai dei bambini piccoli da soli con un cane senza la sorveglianza di un adulto. I genitori o chi cura il bambino deve controllarli e prestare attenzione.

: ) Avvicinamento e contatto

Quando il bambino vede un cane, non deve accarezzarlo in modo improvviso e istintivo, anche un animale abituato a vivere in famiglia può avere delle reazioni che non sappiamo prevedere in quanto, a volte, i segnali emessi sono molto sottili: qualsiasi cane anche cucciolo o altro animale, anche se buono e tranquillo, anche se abituato alla presenza dei bambini, può reagire male se non sta molto bene, se irritato dal caldo, o se si sente minacciato. Se il bambino quando vede un cane che va a spasso col proprietario corre ad accarezzarlo bisogna spiegargli che sbaglia e fagli capire che deve chiedere prima il permesso al proprietario del cane e poi può accarezzarlo. Se vede un cane per strada che cammina da solo è meglio che lo eviti però se ci tiene tanto ad accarezzarlo, il genitore si fermerà con il bambino a debita distanza e richiederà il permesso al proprietario del cane. Se questi è d’accordo si inviterà il piccolo a parlare con il cane, se il cane è amichevole si avvicinerà da solo, se no lasciate stare e non insistete ulteriormente. I genitori dovranno dire al bambino di non avvicinare mai le mani ad un cane dietro un cancello, e di muoversi senza movimenti bruschi. Attenzione i baci e gli abbracci del bambino, da un cane a volte sono visti come segnali di minaccia. I bambini sono attratti dal muso, soprattutto dagli occhi e tendono a toccare baffi, palpebre, orecchie. Il cane vede questo come una minaccia: tra cani il muso è l’ultimo ad essere scrutato e toccato. Se un cane scodinzola e mette le zampe sulle spalle del bambino questo si può spaventare e cominciare a correre. Ma il cucciolo di cane penserà a giocare e lo rincorrerà, perché per un cucciolo rincorrersi è normale.

: ) Durante il pasto

Un bambino non deve mai disturbare il cane mentre consuma il proprio cibo, poiché potrebbe sentirsi minacciato; quindi è meglio allontanare il proprio bambino in un altra stanza oppure fare mangiare il cane fuori lontano dalla presenza del bimbo.

: ) Durante il riposino

"Lasciare tranquillo il cane che dorme", anche noi non amiamo essere disturbati durante il sonno, può irritarci essere svegliati brutalmente con un dispetto, di soprassalto.

: ) I cuccioli

Se il vostro cane ha dei cuccioli, vietare ai bambini di prenderli in presenza della madre, perché potrebbe irritarsi, e quindi mordere per difendere i propri cuccioli.

: ) La passeggiata

Insegnare ai propri figli a passeggiare con il cane al guinzaglio, nei luoghi pubblici bisogna tenere sempre a bada i propri cani; così i vostri figli impareranno a non causare problemi agli altri.

: ) Il movimento

I cani a volte non capiscono perché i bambini corrano, camminino a gattoni, si afferrino a lui, cerchino di baciarlo o di abbracciarlo. Il cane può o alzarsi e andare via o non fare niente, ringhiare, addirittura terrorizzarsi al punto di arrivare a mordere.

: ) Durante il gioco e la cura

Insegnare al bambino, sotto la vostra supervisione, che se si vuole interrompere un gioco è necessario mettersi con le braccia conserte e stare fermi in modo che il cane comprenda l’interruzione delle attività. Assicurarsi che il cane non si agiti troppo durante il gioco, in modo che non possa spaventare il bambino, facendolo cadere ad esempio. Insegnare al proprio bambino a trattare bene gli animali, non deve mai stuzzicare un cane: niente tirata di pelo, orecchie o coda, niente cavalluccio, niente grida o rumori molesti. Se il genitore nota che il cane cerca di allontanarsi dal bambino o di nascondersi, è necessario impedire al bambino di inseguirlo, perchè l'unica difesa che avrà il cane se il genitore non interviene, è ringhiare, abbaiare o peggio mordere. Ricordate che non si deve mai lasciare manipolare un cucciolo come una bambola, così da non provocargli traumi o fratture difficilmente recuperabili, essendo il cucciolo molto fragile. Divenuto adulto il cane sarà assai meno fragile e perfettamente in grado di rifiutarsi di giocare se non ne ha voglia. Secondo l’età dei bambini, si può iniziare a coinvolgerli nella cura del cane, come ad esempio la spazzolatura, portare all'amico "a quattro zampe" la ciotola con la pappa o con l'acqua, al fine di responsabilizzarli nel prendersi cura di un altro essere vivente. Farli giocare insieme senza rischi è la scelta giusta: ad esempio lanciando la palla o nascondendo un gioco che il cane dovrà trovare. Tutti i membri della famiglia devono avere un legame molto forte con il cane, creando anche momenti positivi di gioco tutti insieme. Insegnare al bambino in che modo dare il premio (bocconcino) al cane, così che non si verifichino incidenti.

 

Per informazioni sui CORSI INDIVIDUALI cliccare su CONTATTI di questo sito.

Per informazioni e il calendario degli incontri della PUPPY CLASS cliccare su EVENTI E CORSI di questo sito.